Innanzi tutto, salve a tutti quelli che arriveranno in queste lande!

Il mio nome è Nunzia, ma nel web sono conosciuta per lo più come Naco: amo follemente leggere, gli anime, i manga e le serie TV, in particolar modo quelle British; ho anche un’insana passione per la scrittura e ho la pessima abitudine di voler dire sempre la mia su quello che leggo o vedo.
E cosa c’è di meglio che creare un blog in cui raccogliere questi miei pensieri per condividerli con chiunque passi di qui, anche solo per caso?

Ma ci sono un saaaaaaaacco di altri blog di recensioni. C’era davvero il bisogno di un altro?

In effetti, no. Sono anni che oscillo tra il desiderio di crearne uno e la consapevolezza che sarebbe uno spreco inutile di tempo – il vostro – e di energie – le mie.
Poi, però, un’amica mi ha fatto giustamente notare che “allora nessuno farebbe mai quello che vuole, tanto ce ne sono altri che fanno la stessa cosa!” e, in effetti, ho pensato che non avesse mica tutti i torti; del resto, io di recensioni ne scrivo già, infestando con la mia presenza luoghi come aNobii e Goodreads, per quanto riguarda i libri, e Animeclick se voglio commentare manga ed anime; quindi, perché non postare il tutto anche su uno spazio tutto mio?

D’accordo, abbiamo capito, ti dobbiamo sopportare. Ma perché La taverna dei sognatori?

Perché amo i luoghi un po’ rustici, come le taverne e i pub; mi piace l’idea di un posto dove, tra un bicchiere di vino e una pinta di birra, degli amici si riuniscono e discutono di libri, serie TV e anime e manga, fantasticando su come si sarebbero potuta svolgere una determinata scena o come avrebbe dovuto concludersi quella stagione della sua serie TV preferita.
Perché, chi ama il mondo della fantasia – che sia essa scritta, disegnata, animata o recitata – ha ancora la capacità di sognare e di rendere il mondo un posto migliore.

Quindi, facci capire bene, ma posterai anche qui TUTTE le recensioni che hai scritto/scriverai in vita tua?

No, state tranquilli. Questo blog non sarà una fotocopia degli account su citati, ma una sorta di “bella copia”, in cui raccoglierò quelle recensioni che, secondo me, meritano di essere condivise davvero, che siano positive o negative. Perciò non troverete mai opinioni stringate ed estemporanee, ma riflessioni, il più precise e chiare possibili.

Perché non inserisci link su dove e come acquistare i titoli che recensisci?

Ho volutamente scelto di non inserire link diretti alle case editrici o a siti on line dove poter acquistare i vari titoli che recensisco perché non mi piace dare la “pappa pronta” a nessuno né dirottare i lettori verso l’acquisto da uno store on line piuttosto che da un altro. Inoltre, amo le librerie indipendenti e i negozi e le bancarelle dell’usato e difendo e promuovo il prestito nelle biblioteche. Se siete interessati a qualcuno di questi titoli, cercate e li troverete; anzi, nella vostra ricerca potreste imbattervi per caso anche in altri articoli ugualmente e anche più interessanti di quelli di cui parlo io.
Lo stesso discorso, ovviamente, vale per tutti i film, telefilm e anime che recensirò: qui non troverete link a siti di streaming o di download, né legali né, tanto meno, illegali. Per favore, non chiedetemeli proprio, perché comunque non vi risponderei.

Un’ultima domanda e poi scappiamo da qui senza farvi più ritorno: ma cosa sono gli speciali?

Gli speciali sono delle recensioni che riguardano un’opera in toto, non semplicemente la sua versione animata, libraria o (tele)filmica. Ci sono titoli, infatti, che conosco nella loro interezza e di cui preferisco parlare a trecentosessanta gradi.

Sei davvero una frana: ho notato che…

Credetemi, ho cercato di fare il possibile per eliminare errori e refusi e per modificare il template in modo che sia il più user friendly possibile, ma sicuramente ci sono ancora dei problemi qua e là. Non fatevi problemi nel dirmelo: cercherò di sistemare il tutto quanto prima.